Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy
NEWS


NEWS

18-11-2014 e 22-11-2014 - U14 – Dieci set in cinque giorni


A seguito della Sagra del Cavolo Verza, che lascia sempre qualche influenza nefasta alle graziose fanciulle del Montalto, la U14 ha intrapreso una settimana ricca di gare. Ben due incontri in soli cinque giorni, entrambi persi in cinque set con il punteggio di 3 - 2. In casa contro il Calton (23 – 25, 25 – 21, 25 – 19, 11 – 25, 5 – 15) e in trasferta contro il Montanaro (21 – 25, 25 – 15, 25 – 27, 25 – 23, 15 – 13).
Questa volta, anziché attendere il verdetto delle partite, il pubblico del Montalto ha giocato in anticipo, organizzando subito una sorprendente Bagna Cauda per suggellare l’intensa settimana agonistica e scacciare definitivamente l’influenza del Cavolo (che invece si sposava benissimo con il menu proposto).
Nonostante il risultato finale, le Befane Galattiche hanno lottato con vigore provando e giocando nuovi schemi sotto l’attenta guida di Pat e dello Zio Max. Prova una volta, prova una seconda, e alla fine qualcosa succede: si impara, si cresce. Nel frattempo però, gli errori fatti si pagano con punti a favore degli avversari. A pensarci bene non sembra nemmeno giusto, d’altra parte si stava provando. Dalla panchina il dirigente ha tentato più volte di mediare: “Hey arbitro, rifa… era una prova dai, non conta” ma nessuno gli ha dato ascolto.
Le graziose fanciulle stanno facendo progressi, stanno migliorando, è solo che a volte non è così facile vederlo. Invece è più facile vedere altro, come il sorriso delle ragazze dopo aver vinto due set di fila, felici di aver vinto contro il Rivarolo (una squadra fortissima che è prima in classifica), peccato che in quel momento si stava giocando contro il Calton.
Oppure andare in trasferta e, arrivati a destinazione, vedere che nel borsone si è dimenticato di mettere le ginocchiere e le scarpe da ginnastica: come andare a sciare senza scarponi, o andare a giocare a tennis senza la racchetta.
E la sera a fine partita, vedere le ragazze fuori dalla palestra in silenzio sotto il cono di luce, ballare sfrenate per respingere la rabbia della sconfitta, con la musica in testa mentre tutto intorno è buio.
L’importante è esserci, l’importante è poter continuare a giocare. Questa è passione!

Forza Montalto!

ROC

3 A2 E 2 A 3 SONO I NUMERI DELLA SETTIMANA…….

Brevissimo commento sulla serie D e poi Vi spiego i numeri scritti sopra. Sabato a Trecate contro l’IGOR VOLLEY,netta vittoria per 3 a 0 delle nostre ragazze, risultato mai in discussione, però si può e si deve giocare meglio. Sabato ospitiamo una squadra molto ostica, il Borgomanero, sicuramente dovremmo alzare la qualità e l’intensità del gioco per portare a casa i tre punti, e confermare, in attesa di un passo falso del Rivarolo il secondo posto in solitudine che occupiamo adesso.

Passiamo al settore giovanile, così capiamo anche i numeri scritti sopra. Martedì 18 gennaio partita under 14 Montalto – Calton, sotto di un set, più per demeriti nostri che per meriti del Calton, ci riprendiamo e vinciamo bene il secondo e terzo set, poi perdiamo il 4° e purtroppo anche il 5°, risultato finale 2 a 3, mossa la classifica ma probabilmente si poteva fare di più.

Mercoledì 19 novembre siamo ospiti del Canavese Volley con l’under 18, pronti via 2 set a zero per il Canavese, partita finita,tutt’altro, le nostre ragazze con una brillante e inaspettata reazione,non solo riuscivano a portarsi in parità, vincendo addirittura un set a 9, ma riuscivano a vincere la partita dominando il 5° set vincendolo con il parziale di 15 a 5. Questa bella vittoria ci catapulta in testa alla classifica, con tre punti sul Canavese e 4 sul Calton, anche se con una partita in più e si prospetta un risultato insperato all’inizio avendo nel girone due squadre sicuramente più accreditate, Canavese che ha all’interno alcune giocatrici della serie B2 e Calton che può schierare alcune ragazze che giocano in serie C. Ragazze continuate così, e potremmo toglierci ancora delle belle soddisfazioni, noi ci crediamo………..

Sabato pomeriggio la nostra under 14 affrontava il Montanaro a Montanaro,palestra ostica, ma nonostante questo il punteggio dopo 2 set diceva Montanaro 1 Montalto 2, partita finita, tre bei punti per noi, no, purtroppo anche questa partita finisce con l’identico punteggio di martedì, 2 a 3. Sul perché e per come lo leggeremo sull’articolo di Rob, certo è che dispiace buttare alle ortiche dei risultati che fino al 3° set ci sorridevano. Ragazze non preoccupatevi, dovete ancora migliorare tanto, ma provate anche ad aumentare la vostra autostima, nei momenti difficili può essere utile. Forza, con l’impegno che ci mettete in allenamento, qualche gioia ve la meritate, prendetevela…………..

Domenica mattina derby Montalto Borgofranco under 16, questa volta finisce 3 a 2, però, a mio modesto parere, dopo aver visto giocare e dominare il primo set mi aspettavo un altro risultato, sicuramente nelle vostre corde. Purtroppo la pallavolo è uno sport dove il fattore psicologico è spesso determinante, e noi in questo fondamentale, non allenabile da nessun elemento esterno siamo un po’ carenti. Se partiamo bene siamo una macchina da guerra, battute efficaci, difese esaltanti attacchi precisi e mirati, facendo così vinciamo i set in scioltezza, se non partiamo bene incominciamo a dimenticarci dove siamo, cosa stiamo facendo e diamo via libera all’altra squadra che da noi galvanizzata si carica a molla e vince il set, se non i set (ieri) o addirittura la partita (Aosta). Ragazze credete in voi, si può sbagliare qualunque cosa, dalla ricezione all’alzata all’attacco, ma l’errore deve servire per capire perché ho sbagliato e quindi correggere l’azione, non deve portare all’auto convincimento che non sono capace a fare meglio, non è così, altrimenti non si spiegherebbero dei set giocati in modo spettacolare, soprattutto in un campionato difficile come l’under 16, con ragazze del 2001 che sono ancora in età under 14. Occorre però vedere il bicchiere mezzo pieno, e cioè sottolineare che comunque la partita l’abbiamo vinta con relativo sorpasso in classifica; classifica che ci vede ora seconde ad un solo punto dall’Aosta, che ospiteremo nel ritorno per una sana e sportiva rivincita.

Ricordando a tutti che a Montalto ogni domenica mattina c’è una partita di una squadra giovanile, che merita il nostro incitamento, Vi do l’appuntamento per sabato 29 novembre alle ore 18,00 per la partita di serie D contro il Borgomanero.

Buona settimana a tutti.

Ezio

Primo ko, speriamo serva da lezione…

Venerdì sera sicuramente è stata una bella serata di sport e di solidarietà, palestra gremita, tifo alle stelle, la presentazione del progetto TELETHON ha sicuramente toccato gli animi delle persone, peccato che l’epilogo non sia stato a noi favorevole, ma si sà, ogni partita ha un vincitore e un vinto, e stavolta a soccombere siamo stati noi….
Ho inserito nel titolo “speriamo che ci serva da lezione”, perché sono fortemente convinto che se l’approccio alle partite importanti è quello consono alle vittime sacrificali, non andremo da nessuna parte……Non è possibile, dimostrare sempre soggezione di fronte agli avversari, non essere in grado di giocare come si sa, essere bloccate nei fondamentali più elementari, non per manifesta superiorità di chi ci è di fronte, ma per un’assoluta mancanza di autostima, assolutamente non motivata,visti i precedenti risultati favorevoli,anche con squadre di buon livello. Si sa che il miglioramento tecnico tattico è continuo e costante con dei buoni e mirati allenamenti, e di questo siamo tutti sicuri che l’impegno profuso durante la settimana è sempre ottimo, la cosa che,purtroppo non è allenabile è la paura di giocare, la paura di non essere in grado di giocare come si è capaci, togliersi dalla testa che gli altri sono sempre più bravi di mè, praticamente l’autostima. Questa deve essere una molla che scatta dentro ognuno di noi, e venerdì avevamo il meccanismo inceppato, non si è aperta la valvola di sfogo facendo diventare una buona squadra, una vetta insormontabile. Ragazze, e non lo dico per cortesia, ma perché lo penso veramente, e non solo io, siete delle buone giocatrici, riuscite a sviluppare una bella pallavolo, dovete solo convincervi di questo; non è possibile regalare i primi due set, e poi nel momento in cui non c’è più niente da perdere, giocare due set dignitosi, dimostrando di potersela comunque giocare fino in fondo. Questo diverso atteggiamento spero di vederlo sin da sabato prossimo, nella trasferta di Trecate, soprattutto per Voi che vi meritate ben di più di quello che vi siete prese venerdì. Complimenti, comunque al Rivarolo, per la meritata vittoria, a cui diamo l’appuntamento,per una rivincita sportiva, nel girone di ritorno, quando saremo loro ospiti.

Ben diverso è invece stato l’andamento della partita di mercoledì scorso dell’under 18, che ha vinto dominando le pari età del Castellamonte, bissando la vittoria dell’under 16, della domenica precedente, sempre contro il Castellamonte. Ma anche qui avrei qualcosa da dire, non possiamo dopo aver letteralmente dominato i primi due set, credere che ormai il terzo sia solo una formalità, e di conseguenza non affrontarlo e giocarlo come i primi due, risultato set regalato alle avversarie. In questi casi c’è il pericolo di rivitalizzare una squadra con il pericolo, data la forte incidenza psicologica che c’è in questo sport, di rimettere in gioco una partita già vinta, meditate e crescete anche in questo particolare.

Vi ricordo che domani sera alle ore 19 scenderà in campo la nostra under 14, incominciamo a venire in palestra non solo quando giocano le nostre figlie, ma ogni volta che scende in campo una squadra del Montalto, a tutti piace giocare in un ambiente familiare e protettivo.

Ultimo appunto, ma sicuramente non ultimo per importanza, è rilevare quanto quella piccola scommessa fatta ad inizio anno, di fidelizzare le più piccoline, invitandole a fare il servizio di raccattapalle e pulizia parquet, durante le partite della serie D, funzioni a meraviglia, e si possa considerare già vinta. Ad ogni partita siamo costretti a sorteggiare le ragazzine, perché sono presenti sempre in numero maggiore di quelle richieste. Un grazie per questo risultato va detto soprattutto ai genitori che hanno capito quanto sia bello e importante questo dando la propria disponibilità portando in palestra le ragazzine, per fortuna ancora senza patente…….

Buona settimana a tutti.

Ciao Ezio

9-11-2014 - U14 – Qui si rischia di ingrassare

Nel corso degli ultimi anni nel Montalto Dora si è diffusa l’usanza di punire le ragazze più ardimentose in occasione di errori clamorosi. Le regole sono semplici: in caso di evidenti cantonate la giovane fanciulla dovrà offrire alla squadra qualche dolcetto. Può andar bene un vassoio di paste, una bibita sfiziosa, oppure una torta fatta in casa. Una bella abitudine per unire una terribile punizione con un momento di festa e mangiare un appetitoso spuntino tutti insieme.
Domenica scorsa le graziose fanciulle della U14, seguite dall’instancabile pubblico del Montalto, hanno giocato in Valle d’Aosta nella bellissima palestra di Chatillon. Dopo il primo set, a seguito di una “schiaccia-storta” e di una “battuta-fiacca”, gli allenatori avevano già collezionato dolcetti per tutta la settimana. Alla fine del secondo set, le “ricezioni-sghimbesce” erano state così numerose che i sostenitori della U14 avevano già prenotato per il pranzo e stavano ormai pensando a dove organizzare la cena per la settimana successiva. Arrivati al terzo set, e raggiunti i limiti consentiti da colesterolo e trigliceridi, è stata dichiarata nulla la tradizione del dolcetto e le graziose fanciulle della U14 si sono finalmente sentite libere di esprimersi al loro meglio. La gara si è conclusa con il punteggio di 3 – 1 (23 – 25, 25 – 17, 25 – 7, 25 - 11) a favore del CSI Chatillon.
Sebbene il clima percepito durante la gara fosse decisamente freddo, le ragazze della U14 non si sono arrese e sulla via del ritorno sono riuscite a riscaldare la giornata in un accogliente ristorante della Valle. In campo non hanno fatto punti, ma per i sorrisi e le risate profuse in pizzeria, il legame di amicizia e il senso di appartenenza, almeno un punto lo dobbiamo concedere a questa sorprendente U14. Al loro tavolo, per reagire alla depressione dilagante del dopo partita, gli allenatori e i tifosi hanno lavorato intensamente per perfezionare il colpo segreto del Montalto: “l’alzata di gomito”. Chissà che possa tornare utile in futuro. Forse questa gara non sarà ricordata per le prestazioni pirotecniche delle nostre Befane Galattiche, ma sarà certamente rammentata come la gita in Valle d’Aosta più divertente del campionato.

Forza Montalto!

ROC

Fatto poker…………… ci sarà il pokerissimo ?????................???????????????



Questa è la domanda spontanea che mi viene in mente dopo le quattro vittorie iniziali consecutive, ma il bello è che anche il Rivarolo, prossimo nostro avversario può dire e pensare le stesse cose,visto che hanno fatto esattamente il nostro percorso, quattro vittorie su altrettante partite; venerdì una delle due squadre farà POKERISSIMO. Non mi soffermerei più di tanto sulla partita di sabato scorso, in quanto quando vinci in meno di un’ora, facendo fare alle avversarie, 11 7 e 12 punti, c’è poco da dire, ben vengano comunque partite simili che aiutano l’autostima, caratteristica fondamentale per questo sport. Mi preme invece presentare, spero bene, la partita di venerdì prossimo, ripeto venerdì ore 20,30, causa indisponibilità della palestra il sabato, vista la concomitanza della “Sagra del Cavolo”. Questa partita, già importante e stimolante in periodi normali, assume un grande valore, in questo particolare momento, 1° motivo, vista la classifica, chi vince rimane da solo al primo posto in classifica, e se è vero che siamo solo alla 5° partita, su 26, è sempre meglio essere primi che secondi,(Catalano non era nessuno al confronto…..). 2° motivo, per me e per la società, molto importante, è l’abbinamento che questa partita ha, è infatti su richiesta del comitato locale una “PARTITA DEL CUORE di noi.

Per tutte queste cose, venerdì vorrei trovare la palestra piena in ogni ordine di posto, vorrei un tifo assordante, una autentica bolgia, tale da far “ per TELETHON, quindi capirete da soli l’importanza di questo evento, e l’onore che ci è stato attribuito al momento della richiesta, poter essere in qualche modo attivi per un’iniziativa ormai consolidata nel tempo e destinata a migliorare giorno dopo giorno la vita per le persone meno fortunate

sembrare un concerto di Vasco Rossi un quartetto d’archi, vorrei tutte le ragazze delle giovanili presenti a vedere e incitare le più grandi, coltivando il desiderio di essere al loro posto fra qualche anno, o addirittura l’anno prossimo. Ho detto tifo, bolgia, incitamento, ma mi raccomando sempre a favore, mai contro le avversarie, che, come tutte le squadre che ospitiamo, meritano rispetto, mi piacerebbe oltre che la partita vincere anche la battaglia del tifo, soprattutto se corretto. Vi ricordo che sono utilizzabili tutti gli strumenti sonori, originali e artigianali, ma c’è il DIVIETO ASSOLUTO DI UTILIZZARE LE TROMBETTE DA STADIO, quindi se le avete lasciatele a casa.



OK, detto di venerdì, ripercorriamo un po’ la settimana delle nostre squadre giovanili, iniziando dall’Under 18 che mercoledì ha vinto in tre soli set l’anticipo del derby di venerdì prossimo, contro le pari età del Rivarolo, è stata una bella partita con moltissime azioni meritevoli di applausi, ma la cosa più bella mi è sembrata l’armonia di squadra, e anche chi ha giocato meno, ha comunque saputo farsi trovare pronta quando chiamata in campo, segno molto positivo. Abbiamo un girone difficilissimo, ma incominciare a credere di riuscire a qualificarsi alla seconda fase non sarebbe un azzardo totale.

Brave ragazze continuate così, e vi divertirete e ci divertiremo.



Ieri mattina giocavano le altre due nostre squadre giovanili, l’under 14 a Chatillon, rimediando purtroppo una sconfitta per 3 a 1, dopo aver disputato un buon primo set e un buon inizio del secondo, ma l’analisi di questa partita la leggerete dal puntuale commento di Rob.



L’under 16 era invece impegnata nel turno casalingo contro le pari età del Castellamonte, non una bella partita, anche se vinta 3 a 0, infatti era evidente la differenza dei valori, ma non basta essere superiori sulla carta,bisogna esserlo in campo, e tranne il 3° set vinto a 9 o 10,gli altri due si sono conclusi con qualche patema di troppo,specialmente il secondo vinto ai vantaggi. La cosa bella è che lo sapete anche voi che giocando in questo modo in questa fase si vince lo stesso, ma per andare alla fase regionale, che è e rimane l’obiettivo minimo stagionale, sicuramente non basterà, quindi maggior concentrazione e voglia di vincere. Noi ci crediamo e Voi……….?



Ricordo ancora che domenica prossima in occasione della Sagra, allestiremo una pesca di beneficenza, con un banchetto predisposto per l’occasione, in corso Marconi, (strada parallela alla statale, dopo la Chiesa) con in bella evidenza il nostro logo, e se siete fortunati e lo sarete, potrete anche bere un bicchiere di vino buono in compagnia.



Alla prossima, buona settimana a tutti.



Il Maestro

Informazioni aggiuntive